Uova rettangolari con asparagi light

Categorie curiosità, diete e alimentazione, gadgets, ricette, ricette con foto

Scritto da Anna Rosa il 19/06/2010

Ciao a tutti e benvenuti su Etta consiglia……

Oggi ho voglia di preparare una ricetta a basso contenuto calorico…..la mia linea urla…..e così ho pensato di preparare una mia vecchia ricetta: le Uova rettangolari con asparagi light.

Ieri ho fatto la spesa ed ho acquistato un bel mazzetto di asparagi ed oggi mi metto all’opera.

Innanzitutto preparo l’occorrente sul piano di lavoro:

DSCN3038

Taglio dagli asparagi il pezzo di gambo che risulta più coriaceo e li sciacquo bene sotto l’acqua.

Poi prendo una teglia rettangolare e li faccio lessare in acqua leggermente salata….

DSCN3035

Una volta che sono lessati e diventati belli teneri, li metto a scolare.

Infine li dispongo allineati sul piatto….

DSCN3039

Poi prendo il mio fantastico padellino antiaderente rettangolare che ho acquistato per fare preparazioni un pò particolari.

Metto una punta di burro, veramente poca in quanto la pentola è già antiaderente e quindi non c’è rischio che il contenuto si attacchi.

Quando il burro è sciolto, aggiungo due uova……e procedo con la cottura…..

DSCN3041

Adesso arriva la parte difficile: adagiare le uova sugli asparagi senza romperle o rovesciarle…..procedo con calma….ed eccole finalmente sul piatto. Spolverizzo con un pò di noce moscata…..e porto in tavola……

DSCN3044

E’ veramente un piatto delizioso e se considero che ci sono anche poche calorie, va ancora meglio!!!!!

Buon appetito ed alla prossima!!!!

 

Frittura di seppie

Categorie pesce, ricette, ricette con foto, suggerimenti

Scritto da Anna Rosa il 18/06/2010

Ciao a tutti, eccomi nuovamente!

Oggi è venerdì e cosa c’è di meglio di una gustosa e succulenta Frittura di Seppie?

E’ vero che non bisogna esagerare con le fritture, ma una volta ogni tanto possiamo anche fare uno strappo alla regola!

Comincio a sistemare gli ingredienti occorrenti sul piano di lavoro….

DSCN2994

Allora, inizio con il lavare ed asciugare la seppia che io acquisto già pulita e spellata.

Taglio a listerelle la sacca e conservo i tentacoli che userò per fare un bel sugo…..troverai la spiegazione qui:

Vermicelli al sugo di seppia

DSCN2998

Procedo con l’impanatura del pesce…..io uso la farina di semola rimacinata per questa operazione: il fritto rimane più croccante, assorbe meno olio e difficilmente l’olio di semi brucia e diventa scuro…..prova anche tu…..

Dunque….inizio con lo stendere un sacchetto di carta, quelli del pane per intenderci (io li conservo sempre proprio per questo scopo) e metto un pò di semola…

DSCN3013

Poi inizio ad infarinare un poco di pezzi di seppia alla volta….

DSCN3014

Impano bene usando le mani, in modo che la semola aderisca bene ai pezzi di seppia…..

DSCN3016

Poi trasferisco il pesce impanato su di un altro sacchetto di carta in attesa che venga fritto e dispongo i pezzi distanti uno dall’altro…..

DSCN3017

A questo punto è tutto pronto…e allora via con l’operazione di friggitura…….

Prendo la mia pentola con i bordi alti ed antiaderente e verso l’olio di semi di soia…. io uso questo tipo di olio perchè è più leggero e non lascia cattivi odori e, per comodità, mi porto la seppia da friggere vicino al piano di cottura……

DSCN3018

Faccio scaldare l’olio di semi a fuoco medio, facendo attenzione che non fumi, ed inizio a versare pochi pezzi alla volta in modo da evitare che si abbassi il calore dell’olio e la frittura diventi un bollito……

DSCN3019

Faccio cuocere per qualche minuto, fino a che i pezzi di seppia risulteranno ben dorati e si saranno irrigiditi, poi uso una paletta forata e li estraggo dall’olio. Li adagio su di un piatto da portata ampio dove ho messo della carta da cucina per assorbire l’eccesso di unto…..

DSCN3020

Continuo così fino a che non ho terminato di friggere tutto il pesce…..il profumo che si sparge per la casa mi fà venire l’acquolina in bocca…..

Come contorno a questo piatto ho deciso di preparare una bella insalata mista con le verdure che ho a disposizione, e quindi: pomodori, insalata, cipollotto fresco e foglioline di menta……

DSCN2993

Solo a vederla fà venire voglia di mangiarla……..

Ed ecco, è tutto pronto da servire in tavola…

DSCN3021

Non posso descriverti nè il profumo nè il sapore, ma ti assicuro che è una vera gioia per il palato……da provare!!!!

Alla prossima, ciao!!!!

 

Vermicelli al sugo di seppia

Categorie pesce, ricette, ricette con foto

Scritto da Anna Rosa il 11/05/2010

Ciao! Siamo alla seconda puntata…dopo l’antipasto di crostini, ecco il primo piatto!!!

Questo è un primo piatto molto semplice, veloce ma saporitissimo: Vermicelli al sugo di seppia !!!!!!

Dunque, avevo una bella seppia di circa 8 etti fresca e già bella pulita…..volevo fare un bel fritto di seppia ma per due persone risultava un pò troppo e così ho deciso di usarla per preparare due piatti: un primo ed un secondo.

Per preparare il primo ho usato i tentacoli, le alette e parte della sacca…..li ho lavati bene e li ho tagliati a pezzi, lasciando però interi i tentacoli. Quindi ho sistemato tutti gli ingredienti sul mio piano di lavoro.

DSCN2997

Poi sono andata a scegliere, in dispensa, la pasta che mi sembrava più adatta ed ho deciso di usare i  Vermicelli.

Li ho pesati e ho messo anche quelli ad aspettare sul piano di lavoro.

DSCN3024

Ho tagliato a fettine sottili la cipolla e l’ho messa in una pentola di coccio insieme all’olio extravergine di oliva

DSCN2999

l’ho fatta appassire bene bene a fuoco lento………

DSCN3001

finchè è diventata quasi trasparente…..poi ho aggiunto la seppia a pezzetti…..

DSCN3002

l’ho fatta andare per qualche minuto, mescolando spesso…….e a fuoco medio…..

DSCN3005

finchè non si è insaporita bene con la cipolla…..ed infine ho aggiunto il pomodoro, le foglie di alloro, un pizzico di sale ed una spolveratina di pepe …..

DSCN3009

ho mescolato bene con il mestolo di legno, ho abbassato la fiamma, ho coperto la pentola e ho fatto cuocere per una mezz’ora….mescolando ogni tanto……..ed intanto il profumo iniziava a diffondersi……

ed ecco pronto il sugo!!!!!

DSCN3022

Intanto l’appetito stava diventando fame…..così ho messo a bollire l’acqua per la pasta…..

DSCN3023

ho aggiunto il sale e l’ho fatta cuocere e scolata al dente……

A questo punto ho versato il sugo nella pentola della pasta ormai vuota…….

DSCN3025

Ho riacceso il fuoco a fiamma vivace ed ho aggiunto i vermicelli…..

DSCN3026

ho fatto mantecare…..mescolando in continuazione…….

DSCN3027

il sugo si è aggrappato bene ai vermicelli e a questo punto…….. finalmente……ho impiattato…….

DSCN3029

Giusto in tempo…perchè ormai non ne potevamo più dalla fame sia io che mio marito……..

Era veramente ottima……da provare!!!!!

La prossima puntata riguarderà il fritto di seppia!!!!!

A presto…….

 

Crostini delicati

Categorie ricette, ricette con foto

Scritto da Anna Rosa il 06/05/2010

Oggi volevo preparare qualche cosa di sfizioso per “rallegrare” il pranzo, ma non sapevo cosa.

Così ho aperto il frigorifero ed ho iniziato a guardarci dentro…..c’erano alcuni avanzi che a questo punto ho deciso di “riciclare”.

C’erano un pezzo di formaggio dolce e morbido tipo “Asiago” e un avanzo di trancio di Prosciutto di Praga.

E così mi è venuta un’idea: preparare un antipastino semplice ma gustoso che ho chiamato Crostini delicati.

Ho iniziato con il preparare tutti gli ingredienti.

Avevo del pane casereccio a forma di ciambella da cui ho tagliato 8 fettine sottili.

Con l’affettatrice elettrica ho affettato l’avanzo di prosciutto e ho ricavato dal formaggio delle fettine alquanto sottili usando un coltellino affilato.

Ho trovato, anche, della succulenta salsiccia calabrese piccante e delle olive nere e ho pensato che sarebbe stato interessante abbinare il sapore delicato dei crostini a quello più forte e saporito della salsiccia e delle olive per creare un contrasto di sapori molto intrigante.

Ed ecco schierati tutti gli elementi base per realizzare la mia preparazione:

DSCN2992

Ho iniziato facendo scaldare le fette di pane in una padella antiaderente

DSCN3003

Le ho fatte scaldare a fuoco basso per qualche minuto, girandole una volta e stando attenta a non farle abbrustolire per farle rimanere morbide.

Poi vi ho sistemato sopra le fettine sottili di formaggio……..

DSCN3004

le ho lasciate scaldare un minuto, sempre a fuoco basso,  e quando il formaggio ha iniziato a sciogliersi…….

ho aggiunto l’elemento finale: il prosciutto!!!  Ho lasciato sul fuoco basso ancora un paio di minuti e poi ho deciso che era arrivato il momento di assaggiare!!!!

DSCN3007

Ho tolto la padella dal fuoco e ho trasferito i crostini su di un tagliere di legno…..(ho la mania dei taglieri di legno e ne ho per tutte le occasioni….)

DSCN3012

Ho arricchito il tutto aggiungendo la famosa salsiccia piccante e le olive nere e finalmente ho portato in tavola ed ho assaggiato la mia “opera” che non era niente male….considerando anche il fatto che ho usato degli avanzi e ho impiegato pochissimo tempo a confezionarla!

Mio marito ha giudicato il piatto (anzi il tagliere)  “piuttosto soddisfacente”!!!!

Questo era l’antipasto, per il seguito vi rimando alla prossima puntata!

A presto…..

 

Spezzatino al rosso

Categorie carne, ricette, ricette con foto

Scritto da Anna Rosa il 27/04/2010

Avevo voglia di preparare un piatto che mi ricordasse la mia infanzia e così ho deciso di rispolverare una vecchia ricetta della mia mamma, lo spezzatino al rosso.

Mia mamma usava pomodori freschi e maturi ma sodi, io purtroppo non li avevo e così ho adoperato una scatola di polpa di pomodoro. E voi direte “ecco perché si chiama al rosso,  perché c’è  il pomodoro……….invece no, al rosso perché va aggiunto un bicchiere di vino rosso!!!!

Ci vuole anche la cipolla il cui peso deve essere circa un terzo del peso della carne: io avevo un cipollone di 3 etti e ho usato quello, se non ne hai una grossa usane di più piccole che raggiungano però il peso necessario.

Ho usato 1 kg. di scamone di bovino adulto che è molto più saporito,  ma va fatto cuocere più a lungo.

Ho raccolto 3 foglioline di alloro fresco dalla mia piantina sul balcone e ho iniziato a darmi da fare.

Per prima cosa ho preparato tutti gli ingredienti sul mio piano di lavoro………..

DSCN2937

Ho cominciato a sbucciare la cipolla e a tagliarla a fettine sottili.

Ho messo due cucchiai di olio extravergine di oliva nella pentola e l’ho fatto scaldare appena appena….poi ho aggiunto la cipolla e l’ho fatta andare per qualche minuto fino a farla leggermente appassire.

DSCN2941

……poi ho aggiunto la carne a pezzettini…..

DSCN2942

carne e cipolla devono insaporirsi insieme per una decina di minuti….praticamente devono scambiarsi i sapori creando un’amalgama di gusto……

DSCN2943

Quindi ho aggiunto il famoso bicchiere di vino rosso, ho mischiato bene………

DSCN2944

e l’ho fatto sfumare un poco, mescolando bene ed alzando la fiamma…..

DSCN2946

A questo punto ho unito le erbe aromatiche: le 3 foglioline di alloro fresco e 1 cucchiaino da tè di rosmarino tritato e ho fatto insaporire per qualche minuto, mescolando bene e già inizia a sentirsi un certo profumino…..

DSCN2947

E’ arrivato il momento di aggiungere la polpa di pomodoro…….

DSCN2950

ho aggiunto un poco di sale, ho mescolato bene, ho coperto la pentola ed ho abbassato la fiamma: ed ecco che inizia la cottura…….

DSCN2951

Ho fatto cuocere per più di un’ora mescolando di tanto in tanto: c’era un profumino delizioso che si aggirava per tutta la casa e che ti faceva venire ancora più fame. Finalmente assaggio: carne tenera e insaporita nel modo giusto…..era ora!!!!!

DSCN2954

Spengo il fuoco ed impiatto servendo con contorno di fettine di pane casereccio appena scaldate.

DSCN2960

e non vi dico che successo!!!!!!……ma non finisce qui…..perchè il giorno dopo….

Evviva l’arte del riciclo…infatti il giorno dopo ho preparato i paccheri conditi con il sugo avanzato dello spezzatino (c’era rimasto anche qualche pezzetto di carne)

DSCN2979

……..e così ho preso due piccioni con una fava: ho utilizzato l’avanzo del sugo, che tra l’altro il giorno dopo era anche più buono, e non ho spentolato in quanto avevo praticamente tutto già pronto.

Ed ecco così risolti i pranzi sia del sabato che della domenica!!!!!

 

Fusilloni alle olive nere

Categorie ricette, ricette con foto

Scritto da Anna Rosa il 22/04/2010

Ingredienti per 4 persone:

  • gr.320 di fusilloni
  • 2 scatole di polpa di pomodoro
  • 4 spicchi di aglio
  • 5 cucchiai di olive nere
  • 3 cucchiai di basilico tritato
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.

Foto0138mod

Sbuccia gli spicchi di aglio, mettili in una pentola di terracotta con il cucchiaio di olio extravergine di oliva e falli dorare.

Foto0144mod

Poi aggiungi la polpa di pomodoro e falla cuocere a fuoco moderato per 10 minuti.

Foto0145mod

A questo punto aggiungi le olive nere e fai cuocere il tutto per 20 minuti.

Foto0146mod

Intanto fai cucinare i fusilloni in abbondante acqua bollente e salata.

Foto0153mod

Poco prima di scolare la pasta al dente, aggiungi al sugo il basilico tritato.

Foto0155mod

Mescola bene con un cucchiaio di legno e spegni la fiamma.

Foto0156mod

Scola bene la pasta, impiatta ed aggiungi il sugo. Porta in tavola e buon appetito!!!!

Foto0160mod

 

Internet rivoluziona anche la cucina

Categorie curiosità, elettrodomestici, piatti etnici, ricette, ricette base, ricette con foto

Scritto da Lebkuchen il 27/08/2008

Non so se vi siete mai fermati a pensare un attimo com’era la cucina una volta e com’é oggi. Non solo come attrezzatura ma anche come risorse. Per esempio una volta le uniche risorse erano i genitori e i parenti che tramandavano di generazione in generazione le ricette e qualche libro. Oggi con Internet l’offerta é infinita. I blog son pieni di ricetti, poi ci sono i siti con le raccolte, i vari gruppi tipo Google o Yahoo e poi ci sono i forum come il Forum di Etta. Giá solo cosí uno ha la possibilitá di trovare almeno una decina di varianti delle ricette italiane piú famose. Ma non finisce qui! Quello che c’é per l’Italia si puó moltiplicare per il mondo intero e cosí é possibile sperimentare tutti ma proprio tutti i piatti di tutti i paesi del mondo. E se le ricette ci piace averle cartacee, ricordiamoci che tramite Amazon e FNAC é possibile avereil meglio del meglio dei libri francesi, tedeschi, svizzeri, austriaci e americani. Ma in fondo il sistema piú semplice per ritrovare il calore delle ricette di casa propria e condividerle con gli altri é frequentare un forum. Possiamo scrivere le nostre esperienze, chiarirci dubbi e avere nuove idee come ad esempio come riutilizzare il pollo avanzato e, perché no, fare nuove amicizie che poi possono anche trasformarsi in amicizie in carne e ossa. Insomma, io ogni giorno ringrazio Internet per tutte le comoditá che ci dá ma anche per l’apertura verso il mondo che ci offre. Una finestra davvero incredibile che fino a pochi anni fa era davvero impensabile. L’occasione é davvero da non perdere.

 

Dolci ritorni dalle vacanze

Categorie ricette, ricette con foto

Scritto da Lebkuchen il 21/08/2008

Siete tornato dalle vacanze? Sí, bene, allora potete ricominciare la routine viziandovi con qualche dolce in modo che la ripresa non sia troppo traumatica. Non siete ancora tornati? Quando tornerete potete subito mettervi all’opera ;-) I dolci fatti in casa hanno molto meno grassi e zuccheri di quelli di pasticceria e di quelli industriali. Cosí, rinfrancatevi, potete mangiarli con meno scrupoli di coscienza. Che poi, a dire il vero, non sono solo i dolci che ingrassano, lo sapete vero? Perché anche le cose fritte o le cose piene d’olio sono deleterie per la linea. Cosí rischiate di prendere piú calorie con un piatto di pasto condito con un sugo troppo unto (ah, se ne vedo in giro di sughi che gronadno unto!) o due bastoncini di pesce… eh sí, perché gli alimenti quando son fritti, anche bene, un bel pó di olio lo assorbono. Bene. Son riuscito a farvi sentire in colpa per tutto quello che non é dolce? Chissá… ad ogni modo ora avete via libera per fare un salto nella Sezione Dolci dove troverete tante ricette interessanti. Delle ultime inserite, vi consiglio questa: Corn-Apple Cake. Non vi fate spaventare dal nome inglese, si tratta di frittelle di farina gialla e mele. Niente di super calorico, niente di pannoso e quindi poco conservabile, solo tanto gusto e naturalezza. E ora non potete proprio dire di no al dolcetto post vacanze, vero? :-D

 

Pasta Primavera

Categorie ricette con foto

Scritto da viola il 17/04/2008

Ingredienti: una confezione di pasta casareccia – un mazzo di asparagi – due zucchine – scorza di limone – prezzemolo – 2 rossi d’uovo – olio – sale – pepe

pasta-primavera_0002.jpg pasta-primavera_0006.jpg

Procedimento: Pulite gli asparagi separando le punte dai gambi. In una padella con poco olio fate saltare prima i gambi e poi le punte di asparagi. Ogni tanto aggiungete un goccio d’acqua e mescolate. Quando saranno cotti metteteli da parte. Procedete quindi con le zucchine. Lavatele e tagliatele a tocchetti regolari. Cuocetele in una padella così come avete fatto per gli asparagi e quando saranno pronte mettetele da parte. In un contenitore dove poi condirete la pasta rompete le uova prendendo solo il rosso. A questo punto preparate un trito di prezzemolo e grattugiate la scorza.

pasta-primavera_0009.jpg pasta-primavera_0008.jpg

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e quando sarà cotta scolate e versatela sull’uovo. Mescolate bene, aggiungete le verdure precedentemente cotte e messe da parte, un pizzico di pepe e infine cospargete con il trito di prezzemolo e la scorza di limone. Questa ricetta è una rivisitazione della carbonara arricchita con verdure di stagione che alleggeriscono e profumano un piatto nutriente e sfizioso.

piatto-pprimavera_0007.jpg

 

Insalata Belga al vino bianco

Categorie ricette con foto

Scritto da viola il 09/04/2008

Ingredienti: Quattro cespi di insalata belga – 2 scologni – 10 cl di vino bianco – 25 cl di brodo di pollo – il succo di un limone – un cucchiaio di zucchero – sale – pepe – prezzemolo – pinoli.

belga-ingredienti_0004.jpg

Procedimento: Pulite lo scalogno, tagliatelo sottilmente e rosolatelo in 30 g di burro che avrete fatto fondere in una pentola. Quando lo scalogno sarà ben appassito, spolverate con lo zucchero lasciate che si sciolga quindi mescolate e coprite. Dopo avere lavato le foglie della belga sovprapponetele una sull’altra e tagliatele prima per il lungo e poi per il largo in modo da ottenere dei quadratini. Fate quindi rosolare l’insalata nel burro per qualche minuto al fine di farla insaporire. Regolate di sale e pepe, e poi aggiungete il succo di limone e il vino bianco. Continuate a mescolare mantenendo la fiamma medio alta, e quando il liquido sarà in parte evaporato versate il brodo di pollo. Cospargete con qualche fiocco di burro, coprite e lasciate cuocere a fiamma bassa per 20 minuti. Ogni tanto controllate e date una mescolata.

belga_cottura_0001.jpg

Mentre il tutto cuoce, tostate i pinoli in un pentolino antiaderente e tritate finemente del prezzemolo. Quando la cottura sarà ultimata togliete il coperchio e cospargete con i pinoli e il prezzemolo. Mescolate bene e servite magari con una frittata di accompagnamento. E’ un ricco contorno che si sposa facilmente e felicemente sia alle uova che alla carne.

belga_salsiccia_0001.jpg