Picnic light per un sabato all’aria aperta, in collina o in montagna

Categorie curiosità, Frutta e verdura di stagione, ricette, suggerimenti

Scritto da Roberta il 11/04/2015

PicNicMonet

Durante il fine settimana una voglia irrefrenabile di stare a contatto con la natura ci afferra e ci porta a fare progetti, a maggior ragione se siamo in primavera, quando passeggiare è come essere invitati a nozze.

E allora, quale migliore soluzione di un bel picnic all’aria aperta tra cibi salutari, radure rinfrescanti e sentieri di montagna?
Noi di Ricette Calorie abbiamo deciso di venirvi incontro organizzando, almeno sulla carta, il picnic ideale per un sabato all’aria aperta, in collina o in montagna: una manciata di consigli culinari per fare il pieno di aria fresca prima del ritorno in ufficio, in fabbrica o alla vita di tutti i giorni.

Nel vostro pranzo al sacco finesettimanale non può mancare, ad esempio, una buona frittata con gli asparagi: veloce, economica e davvero molto gustosa, da inserire obbligatoriamente dentro due fette di pane.

In alternativa anche una profumatissima frittata con i fiori di zucca potrebbe contribuire a mandarvi decisamente in orbita. I fiori di zucca hanno un sapore delicato e questa prelibatezza non fa altro che esaltarne le potenzialità.

Digerito il primo spuntino,

Leggi il resto »

 

10 ricette light primaverili, con calcolo di calorie per porzione

Categorie curiosità, diete e alimentazione, Frutta e verdura di stagione, ricette, ricette con foto, Senza categoria, suggerimenti

Scritto da Roberta il 06/04/2015

TNimg-8199.max

Pasqua è appena passata e noi di Ricette Calorie non potevamo mica starcene con le mani in mano.

Vuoi per l’allungarsi delle ore di luce, vuoi quell’aria che profuma di serenità, la stagione primaverile coincide il più delle volte con l’inizio di un percorso a base di attività fisica, dieta e qualche sacrificio, nel tentativo di ritrovare quell’equilibrio fisico e mentale messo a repentaglio dalle tentazioni culinarie dei mesi più freddi.

Eccovi pertanto dieci ricette light per tornare in forma, capaci di rappresentare la stagione più bella dell’anno, pescate direttamente dal nostro succosissimo archivio a base di prodotti (rigorosamente) di stagione.

Dalla frutta alle verdure, dalla carne ai legumi, lasciatevi travolgere dalla freschezza dei nostri consigli, e buon appetito!

 

I valori nutrizionali sono indicati per 1 porzione

1. Frullato depurativo light Merenda o spuntinoCalorie: 111 Grassi: 2 Carboidrati: 21 Proteine: 6

2. Insalata depurativa light con tarassaco e ceci Piatto unicoCalorie: 400 Grassi: 9 Carboidrati: 62 Proteine: 22

3. Insalata fredda di riso thay Piatto unico, Calorie: 469 Grassi: 9 Carboidrati: 66 Proteine:  31

Leggi il resto »

 

Ricette Calorie: la top ten delle ricette light più lette

Categorie curiosità, diete e alimentazione, ricette, ricette con foto, suggerimenti

Scritto da Roberta il 16/03/2015

TNimg-0946.maxLe statistiche sono importanti, ecco perché abbiamo deciso di mostrarvi quelli che sono le ricette light più lette nell’elettrizzante ascesa di Ricette Calorie.

Una top ten interessante e decisamente variegata, senza vincitori né vinti e con tutte le tipologie di pietanze a giocare un ruolo di prim’ordine.

Tra le ricette più lette, le classiche come il nostro ragù light ma anche le contaminazioni culinarie come la torta di zucca e pere, i trucchetti del mestiere (la torta 3 vasetti light) e un paio di riuscitissimi esperimenti (apprezzatissima la ricetta delle castagne al forno e soprattutto quella delle barrette ai cereali light).

Ecco a voi la top ten delle ricette più lette pubblicate su Ricette Calorie.

Cliccate sui rispettivi link e sperimentatele nella vostra cucina. Buona spulciata e buon appetito.

1. Ragù light

2. Torta di zucca e pere

3. Torta ai 3 vasetti light

Leggi il resto »

 

Barrette ai cereali fatte in casa: convenienti, genuine, versatili ed ecosostenibili.

Categorie curiosità, ricette, ricette con foto, Senza categoria, suggerimenti

Scritto da Roberta il 11/01/2015

IMG_3533Perchè conviene fare le barrette ai cereali in casa? Scopri tutti i vantaggi.

Sappiamo benissimo che può sembrare una cosa da niente, ma dopo aver fatto i calcoli degli ingredienti utilizzati per creare questa ricetta, Ricette Calorie ha scoperto che c’è un risparmio di 30 centesimi per barretta, utilizzando alimenti biologici e soprattutto di marca.

Comprendiamo perfettamente che il risparmio non è considerevole, ma allo stesso tempo non possiamo di certo trascurare i vantaggi, economici e soprattutto fisici, che un tale investimento può assicurare (a proposito, date un’occhiata ai nostri calcoli dettagliati scorrendo in fondo all’articolo).

Innanzitutto, le barrette ai cereali fatte in casa sono un prodotto genuino, un’alternativa concreta ai prodotti industriali che trovate sugli scaffali di tutti i supermercati (sempre in fondo all’articolo, abbiamo rapportato le classiche barrette della Kellogg’s a quelle fatte in casa con gli ingredienti scelti personalmente).

In più sono ideali per ogni esigenza: se ad esempio seguite una dieta dimagrante, potete optare per ingredienti dietetici. Se seguite una dieta ingrassante scegliete ingredienti più nutrienti. Se siete appassionati di sport aggiungeteci un po’ di proteine. Se siete semplicemente golosi, divertitevi a sperimentare in base agli ingredienti di cui non potete fare a meno.

IMG_2061A tal proposito, potete servirvi del contatore di Ricette Calorie che vi permette di analizzare le vostre barrette fatte in casa calcolando calorie, grassi, carboidrati e proteine, così da tenere sotto controllo i valori sulla base del proprio fabbisogno energetico.

Tirate fuori la vostra anima “ecosostenibile” e cercate di non trascurare alternative e soluzioni culinarie. Non comportatevi in modo passivo ma fate funzionare la testa, “riciclando” o “centrifugando” cibi inutilizzati. Per farvi un esempio, quante volte rimangono dei rimasugli nelle buste dei cereali? Per non parlare della frutta secca o dei cioccolatini che volete levarvi di torno da una vita. Ebbene sì, questa ricetta vi permette di non buttare via niente!

Ricette Calorie ti propone 4 sfiziose alternative per creare le barrette ai cereali, con tanto di foto ricette al seguito. Eccole qui:

IMG_2332Barrette ai cereali light

Barrette ai cereali fatte in casa con cioccolato

Barrette fatte in casa ai cereali misti

Barrette fatte in casa ai cereali misti e cioccolato

Di seguito i risultati della nostra ricerca personale: Leggi il resto »

 

6 Ricette a confronto: la vellutata di zucca, calorie e valori nutrizionali

Categorie curiosità, diete e alimentazione, ricette, suggerimenti

Scritto da Roberta il 19/11/2014

La vellutata di zucca, così come l’ortaggio che ne è alla base, è una delle ricette principe della stagione autunnale. Trattasi infatti di un piatto molto saporito e nutriente, che non deve mancare sulle nostre tavole. Può presentarsi in maniera molto semplice e, naturalmente, si può “abbellire” in diversi modi.

Proprio per questo metteremo a confronto 6 tra le ricette più cliccate che interessano questo piatto, prestando bene attenzione a quello che a noi di Ricette Calorie interessa maggiormente: la differenza tra i valori nutrizionali delle diverse ricette, passaggio fondamentale, variabile imprescindibile per un’alimentazione sana e consapevole.
Per velocizzare le operazione ed avere un prospetto limpido, potrete infatti consultare le nostre semplicisissime tabelline delle proprietà, create appositamente per l’occasione.
Buona lettura e, mi raccomando, siate in grado di scegliere la ricetta che più fa al caso vostro.

(clicca sulla tabella dei valori nutrizionali per leggere la scheda della ricetta)

VELLUTATA DI ZUCCA DI RICETTE CALORIE

Caratteristica principale: vellutata di zucca con aggiunta di carote, semplice e gustosa.

La vellutata di Ricette Calorie, con una bassissima percentuale di grassi, una dose equilibrata di carboidrati e 142 calorie per una porzione da 342 grammi. Una ricetta da afferrare al volo, salutare e ipocalorica.

VELLUTATA DI ZUCCA  A CURA DI GIALLO ZAFFERANO

Caratteristica principale: la sua semplicità (solo con zucca)

La ricetta di Giallo Zafferano è una delle più semplici e cliccate presenti in questo momento sul web. Gli ingredienti principali sono la zucca e la cipolla (oltre alle numerose spezie), mentre ad innalzare l’indice calorico ci pensano l’olio extravergine di oliva, una dose abbondante di parmigiano grattugiato e delle fettine di pane arrostito.
127 calorie con una porzione da 350 grammi rappresentano un ottimo punto di partenza.
Un piatto semplice da realizzare ed economicamente poco dispendioso. Insomma, da provare!

VELLUTATA DI ZUCCA A CURA DE LO SPICCHIO D’AGLIO

Caratteristica principale: unisce la cremosità della vellutata alla corposità della patata. Aumentano carboidrati e calorie.

Questa de Lo Spicchio d’aglio è una variante ricca di spezie ed aromi, di conseguenza molto profumata. Naturalmente la presenza della patata dà una bella impennata ai valori nutrizionali, calorie in primis, quasi il doppio rispetto a quelle di Giallo Zafferano.
Grassi e proteine non differiscono molto dalla ricetta precendente, raddoppiano invece i carboidrati, dovuti alla presenza del noto tubero, quindi occhio a non esagerare.
Anche Lo Spicchio d’Aglio consiglia di servire la vellutata con crostini di pane.

VELLUTATA DI ZUCCA A CURA DE IL CUCCHIAIO D’ARGENTO

Caratteristica principale: l’aggiunta della panna e del torrone.

La ricetta presentata da Cucchiaio.it si presenta abbastanza equilibrata. Una porzione da 506 grammi contiene 159 calorie e 30g di carboidrati. Il risultato sarà sicuramente squisitio, però, mi raccomando, occhio a non esagerare con la panna e con il torrone!

VELLUTATA DI ZUCCA A CURA DI MISYA

Caratteristica principale: la presenza di patate e burro fanno schizzare i valori nutrizionali, calorie in primis.

Quella di Misya è sicuramente una delle varianti più saporite della vellutata. Viene servita con crostini di pancarrè ma soprattutto viene “potenziata” con burro e patate, che seppur introdotti in dosi normali danno una bella impennata alle calorie e ai carboidrati. Morale della favola: una ricetta da prendere con le pinze.

VELLUTATA DI ZUCCA A CURA DI BUONISSIMO.ORG

Caratteristica principale: senza ombra di dubbio una delle vellutate più caloriche presenti sul web.

Panna, cipolla, patate, parmigiano e pane tostato parlano da soli. Il risultato è sì una ricetta squisita, ma noi di Ricette Calorie ci sentiamo in dovere di mettervi in guardia, dato che ci troviamo al cospetto di una ricetta con quasi 500 calorie e una buona percentuale di carboidrati, grassi e proteine. Occhio!

Buon appetito!

 

Consigli di cucina per la stagione autunnale

Categorie curiosità, diete e alimentazione, frutta, Frutta e verdura di stagione, ricette, ricette con foto, suggerimenti

Scritto da Roberta il 03/10/2014

L’autunno è appena cominciato, le giornate iniziano ad accorciarsi e i pomeriggi da dedicare a una bella corsetta, tra un acquazzone e un impegno di lavoro, scarseggiano sempre di più. Si tende a rimanere sempre più in casa e di conseguenza il rischio di prendere qualche chilo è costantemente dietro l’angolo.
Per inaugurare al meglio la stagione delle foglie, perché non partire dalle piccole cose, magari prestando maggiore attenzione ai grassi e alle calorie presenti nelle vostre (e naturalmente nelle nostre) ricette?

castagneAutunno (2)Seguiteci con attenzione, perché per il nostro speciale autunnale abbiamo, sì, deciso di consigliarvi delle prelibatezze, ma di presentarvele mettendo ben in risalto i valori nutrizionali, da scomporre e modificare a vostro piacimento. Saremo ripetitivi, ma ci teniamo a ribadire che Ricette Calorie è l’unico sito di cucina che ha indicato per ogni ricetta i propri valori nutrizionali, quindi calorie, grassi, proteine ecc ecc.
Inoltre ci teniamo a sottolineare che tutte le nostre ricette hanno la possibilità di essere modificate in base alle vostre esigenze: cambiare quindi la quantità di un ingrediente e vedere come mutano i valori nutrizionali. Cancellare o aggiungere un ingrediente, salvare e condividere la ricetta modificata. Insomma, potete sbizzarrirvi come volete, personalizzando e curiosando su qualsiasi tipo di ricetta. Scusate se è poco!

A tal proposito, vi consigliamo di dare un’occhiata all’elenco della frutta e verdura autunnale con le relative ricette

Ma veniamo ai nostri consigli.

funghiAutunno (1)Come primo piatto avevamo pensato a un bel risotto con zucca e salsiccia, mentre per quanto riguarda la variante light a una gustosa vellutata di zucca e carote.
Mi raccomando, date un’occhiata ai valori nutrizionali e rendetevi conto della differenza “calorica” tra le due pietanze (alla pagina delle ricette, nella tabella degli ingredienti-valori nutrizionali, sono riportate le calorie, grassi per porzione e per 100 g). Fate la vostra scelta.

Per il secondo piatto metteremo a confronto le seguenti ricette: una torta salata con verza (gustosa e saporita ma povera di grassi e calorie), un’altra con catalogna e prosciutto cotto (un tantino più calorica) e infine una sfiziosissima torta di finocchi al forno (sicuramente la più leggera tra quelle scelte).

Date un’occhiata ai valori nutrizionali e confrontate le vostre ricette.

Stesso ragionamento per i contorni, ve ne abbiamo scelti tre prettamente autunnali, a cominciare dall’immancabile fantasia di funghi (piatto veloce da preparare e povero sia di grassi che di calorie) ai finocchi al gratin (praticamente esenti da grassi). E se proprio volete fare le cose in grande provate i broccoli e i cavolfiori al forno, ideali per chi segue una dieta ipocalorica. E ricordatevi che se volete potete modificare ingredienti e quantità a vostro piacimento.

zuccaautunno (2)E infine, la fase più delicata, quelli relativa ai dolci.
La scelta è tra una buona torta di zucca e pere (praticamente priva di grassi e perfetta per la vostra cena di Halloween), le castagne al forno (protagoniste indiscusse della stagione autunnale, anche se il potere calorico di questo frutto è piuttosto elevato) e infine la prelibatezza assoluta, ovvero la marmellata di mele cotogne e nocciole, da gustare con una fetta di pane o con delle fette biscottate.

Ricette Calorie vi augura una felice stagione autunnale.

Guida per creare le schede delle tue ricette

Guida per creare il tuo diario alimentare, gratis!

 

Pannocchie che bontà: due cotture light!

Categorie ricette, suggerimenti

Scritto da roberta il 27/08/2014

Dimenticatevi le pannocchie di mais che vedete nei film americani, quelle bombe caloriche accompagnate da burro, bacon e chi più ne ha più ne metta.
Dalle nostre parti questo prezioso cereale viene assaporato in tutta la sua essenza, al massimo accompagnato da un pizzico di sale ma nel complesso assolutamente al naturale. Le soluzioni più gettonate sono due: pannocchie bollite o pannocchie alla griglia. Attenzione però, perché il loro connubio potrebbe essere un’alternativa da non sottovalutare.
Per quel che concerne il periodo di riferimento, nei mesi di Luglio e di Agosto potete trovarle nei mercati e nei supermercati di tutta Italia. Si conservano all’aria aperta avvolte nelle loro inconfondibili foglie. Si bollono così come le raccogliete e se avete deciso di cuocerle sul fuoco, forse è meglio se le private del loro rivestimento naturale.
La pannocchia di mais è un cereale molto nutriente, che vi fa fare il pieno di amido e – particolare da non sottovalutare – è molto ma molto gustosa. Possiede una buona quantità di fosforo e calcio quindi è molto adatta per i più piccini. Inoltre è facilmente digiribile e conferisce il giusto contributo energetico, oltre ad essere adatta ai celiaci per via della totale assenza di glutine.
I tempi di cottura variano a secondo della freschezza del prodotto: più sono tenere e, naturalmente, più immediati saranno i tempi di cottura. Nella pentola a pressione il cronometro non deve superare i venti minuti di lancette, sulla graticola nel momento in cui le vedete un pochino abbrustolite, non esitate e toglierle dal fuoco!
Tornando al discorso precedente, dato che non si tratta di un alimento dalla forma perfetta, nel momento in cui lo andate a grigliare, capita spesso di ritrovarvi il bordo o la parte esterna della pannochia crudi o semicrudi, con la parte centrale già bella bruciacchiata. Qual è la soluzione in questi casi? Nulla di complicato: bollite la pannocchie nella pentola a pressione, privatela delle sue foglie e fatela dorare pochissimi minuti sul fuoco. Il risultato? Dategli un morso e fatemi sapere.
L’ultimissimo consiglio che posso darvi è quello che prestare attenzione alla tenerezza dell’alimento. Affidate pertanto le vostre sorti culinarie a dei mercatini biologici oppure al vostro fruttivendolo di fiducia. Evitate soprattutto pannocchie confezionate o da esportazione.
Occhi aperti, e buon appetito!

Pannocchie (1)Dimenticatevi le pannocchie di mais che vedete nei film americani, quelle bombe caloriche accompagnate da burro, bacon e chi più ne ha più ne metta.

Dalle nostre parti questo prezioso cereale viene assaporato in tutta la sua essenza, al massimo accompagnato da un pizzico di sale ma nel complesso assolutamente al naturale. Le soluzioni più gettonate sono due: pannocchie bollite o pannocchie alla griglia. Attenzione però, perché mischiare le due ricette potrebbe essere un’alternativa da non sottovalutare.

Per quel che concerne il periodo di riferimento, nei mesi di Luglio e Agosto potete trovarle nei mercati e nei supermercati di tutta la penicola. Si conservano all’aria aperta avvolte nelle loro inconfondibili foglie. Si bollono così come le raccogliete e se avete deciso di cuocerle sul fuoco, forse è meglio se le private del loro rivestimento naturale.

La pannocchia di mais è un cereale molto nutriente, che vi fa fare il pieno di amido e – particolare da non sottovalutare – è molto ma molto gustosa. Possiede una buona quantità di fosforo e calcio quindi è molto adatta per i più piccini. Inoltre è facilmente digeribile e conferisce il giusto contributo energetico, oltre ad essere adatta ai celiaci per via della totale assenza di glutine.

I tempi di cottura variano a secondo della freschezza del prodotto: più sono tenere e, di conseguenza, più veloci saranno i tempi di cottura. Nella pentola a pressione il cronometro non deve superare i venti minuti di lancette, sulla graticola nel momento in cui le vedete un pochino abbrustolite, non esitate e toglierle dal fuoco!

Tornando al discorso della doppia ricetta, Leggi il resto »

 

10 merende light consigliate da Ricette Calorie

Categorie curiosità, diete e alimentazione, frutta, Frutta e verdura di stagione, ricette, ricette con foto, suggerimenti

Scritto da Roberta il 03/02/2014

IMG_3533

Lo sconfinato universo della merenda in dieci preziosissimi consigli targati Ricette Calorie.

Insomma, se l’equilibrio è la vostra filosofia di vita e volete approfondire il discorso, date un’occhiata alle nostre Merende e spuntini con meno di 100 calorie.

Se invece andate di fretta e cercate qualcosa da spulciare al volo, qui c’è pane per i vostri denti.Perché se il panino con la nutella di quando eravamo piccolini siamo stati costretti a eliminarlo, lo stesso non possiamo dire per una buona e sana merenda, che si tratti di uno spuntino pre-pranzo o di una macedonia pomeridiana.

Che la merenda sia con voi!

1. Ricetta Macedonia con frutta di stagione
Una porzione da 95g = 50 Kcal - Grassi 0g

2. Ricetta Barrette fatte in casa ai cereali misti
Una barretta da 20g = 70 Kcal - Grassi 0g

3. Ricetta Barrette ai cereali light
Una barretta da 23g = 79 Kcal - Grassi 0g

Leggi il resto »

 

10 alimenti ricchi di proteine

Categorie curiosità, diete e alimentazione, ricette, suggerimenti

Scritto da Roberta il 09/01/2014

uova in filaLe proteine (o protidi) sono molecole complesse formate da catene di aminoacidi. Sì, lo so che non avete capito nulla, ma per farla breve svolgono una funzione fondamentale all’interno del nostro organismo, relative al buon funzionamento di quest’ultimo.

Per questo motivo abbiamo deciso di servirvi su un piatto d’argento 10 tra gli alimenti con più proteine presenti su Ricette Calorie. Un modo semplice e veloce per orientarvi nel magico mondo di queste molecole biologiche.

Uova e pesce naturalmente la fanno da padrone, ma anche carne e latticini non sono da meno.

Munitevi di carta e penna.

Buona lettura!

1. Stoccafisso secco 80.1 g

2. Lievito di birra secco 40.44 g

3. Caciocavallo 37.7 g

Leggi il resto »

 

I salati di Natale in Italia: calorie e valori nutrizionali

Categorie curiosità, diete e alimentazione, feste, ricette, Speciale: ricette regioni italiane, suggerimenti

Scritto da Roberta il 18/12/2013

A Natale non ci sono solo i dolci, ma una vasta gamma specialità salate pronte a farvi compagnia nelle vacanze più belle, attese e suggestive dell’anno. Anche qui, il supporto delle varie regioni italiane è una sinfonia da non sottovalutare. Dalla Sicilia al Piemonte, dalla Campania alla Puglia, non vi è città, comune e provincia senza una tradizione culinaria da preservare, specialità che conservano il loro carattere incontaminato e si tramandano di generazione in generazione. Non tutte ma sicuramente una buona parte.

E’ proprio questo l’obiettivo del nostro speciale natalizio (il secondo dopo quello dedicato ai dolci): fornirvi le coordinate culinarie che vi permetteranno di approfondire dieci tra le specialità più stuzzicanti di queste festività.

Buona lettura e buon appetito!

 

Cappelletti in brodo WCappelletti in brodo

Come rinunciare allo spirito di aggregazione e all’inconfondibile sensazione di calore data dai mitici cappelletti in brodo? In Emilia Romagna non è Pranzo di Natale senza questi saporitissimi ravioletti. Il ripieno varia da provincia in provincia, ma la bontà non cambia!

Porzione consigliata: 1 piatto (se il pranzo NON prevede altre portate) 1/2 piatto (se volete lasciare spazio ad altre prelibatezze) Leggi il resto »