Come mantenersi in forma alimentandosi in modo sano: 2° parte

Categorie carne, curiosità, diete e alimentazione, pesce, ricette, suggerimenti

Scritto da Anna Rosa il 25/10/2010

I sistemi di cottura consigliati per una sana alimentazione

Continuiamo il percorso verso un’alimentazione sana e salvalinea parlando dei tipi di cottura degli alimenti più idonei al nostro scopo.

Facciamo il confronto fra un bel piatto di seppioline fritte ed un piatto, sempre di seppioline, cucinate alla griglia: sono entrambi gustosi e molto buoni.

La differenza sta nella quantità di calorie che questi due piatti apportano al nostro organismo: le seppioline fritte sono una bomba ipercalorica, mentre quelli alla griglia apportano pochissime calorie e possono essere considerati un piatto dietetico.

Quindi è molto importante come andrai a cucinare i cibi.

Qui di seguito ti elenco le tipologie di cotture ottimali per una sana e “magra” alimentazione: sono tutte validissime ed ognuna ha le sue peculiarità.

Cottura alla griglia o su piastra

La cottura alla griglia non richiede condimenti ma necessita solo del calore dato dal fuoco. Ecco perché è l’ideale per cucinare carni e pesci anche se sono piuttosto grassi: infatti con il calore i grassi, contenuti negli alimenti, si consumano e i cibi rimangono comunque saporiti e morbidi, più digeribili e poco calorici. Durante la cottura fai uso di erbe aromatiche che insaporiscono gli alimenti senza bisogno di aggiungere sale.

polipo2

Cottura con pentole antiaderenti

Le pentole antiaderenti sono un vero alleato in cucina: infatti con esse puoi cucinare senza aggiungere grandi quantitativi di grassi ed ottenere, comunque, piatti saporiti ma leggeri. Queste pentole dotate di un fondo particolare, ti permettono di cuocere i cibi anche senza usare neppure un goccio di olio. Devi fare però molta attenzione alla manutenzione di queste pentole per evitare che si formino graffi sul loro fondo: infatti, se così fosse, i cibi si attaccherebbero e quindi il risultato sarebbe disastroso. Quindi, per pulirle, procedi in questo modo: come finisci di cucinare versa sul fondo un bicchiere di acqua calda con un poco di detersivo per piatti e vedrai che lo sporco verrà via senza fatica e senza bisogno di usare spugnette che graffiano.

padelleantiaderenti

Cottura in forno a microonde

Il forno a microonde è portentoso se vogliamo cucinare in modo sano. Infatti puoi cuocere i cibi senza usare alcun tipo di grasso, in quanto i cibi cuociono per mezzo delle onde elettromagnetiche.

Con questo tipo di forno, oltre a cucinare i cibi, puoi scongelare e riscaldare gli alimenti in pochi minuti. Devi usare bene le diverse frequenze del forno e leggere attentamente il manuale d’uso.

forno a microonde

Cottura al cartoccio

Questo tipo di cottura è veramente l’ideale per tutti i tipi di pesce, per le carni e per le verdure.

E’ un sistema di cottura alquanto semplice e veloce che ti permetterà di ottenere piatti molto gustosi, morbidi ed ipocalorici.

Devi usare un foglio di carta stagnola o di carta da forno. Inserisci l’alimento insieme con erbe aromatiche ed aglio. Quindi chiudi il foglio ed inforna a media temperatura e per una mezz’ora circa. Porta in tavola direttamente i cartocci monoporzione.

Questo è un piccolo consiglio: aggiungi 1 patata all’interno del cartoccio per quei cibi che tendono a rilasciare troppi liquidi durante la cottura.

cottura al cartoccio

Cottura al vapore

La cottura a vapore è un altro sistema ottimo per un’alimentazione sana. Si possono usare sia la vaporiera che la pentola a pressione: con quest’ultima hai il vantaggio di ridurre notevolmente i tempi di cottura. Il sapore ed il profumo dei cibi non si disperdono con il vapore, come avviene invece con la cottura tradizionale. Inoltre i cibi sono sottoposti a tempi di cottura più brevi ed hanno bisogno di poca acqua per cuocersi e quindi le vitamine, i sali minerali e gli altri principi nutritivi non vengono dispersi ma si conservano quasi praticamente intatti. Inoltre, altra cosa da non sottovalutare, cucini senza grassi. Puoi utilizzare questo tipo di cottura per qualsiasi alimento e quindi per verdure, pesce e carne. Puoi sbizzarrirti a preparare gustosissime zuppe di verdure. Per cuocere le verdure in pentola a pressione devi usare l’apposito cestello e mettere un bicchiere di acqua sul fondo della pentola.

cestello-pentola-a-pressione

Bollitura

La bollitura è un tipo di cottura adatto praticamente a quasi tutti gli alimenti: pesce, carne, verdure e uova. E’ molto leggera in quanto non usi grassi. Ha però lo svantaggio che i cibi perdono una quantità notevole dei loro principi nutritivi a causa della permanenza prolungata in acqua. Ti conviene quindi, per quanto riguarda ad esempio le verdure, cuocerle in poca acqua e lasciarle intere. L’acqua di cottura delle verdure non buttarla, ma usala come brodo vegetale per le minestre oppure per preparare zuppe o risotti. Lo stesso dicasi per l’acqua di cottura della carne e del pesce. Carne e pesce è utile immergerle nell’acqua quando questa bolle, in modo da evitare la troppa dispersione di sostanze nutritive; inoltre, nel caso della carne, questa risulterà molto meno fibrosa al termine della cottura.

bollitura

Macerazione

E’ un sistema scarsamente usato ma dona agli alimenti un sapore molto caratteristico. Per questo tipo di preparazione è necessario mettere il cibo, carne o pesce, in una terrina e poi coprirlo completamente con aceto o succo di limone. A questo punto devi lasciarlo a macerare per alcune ore. Ti consiglio di preparare la carne in questo modo tagliandola a fettine molto sottili come se fosse per un carpaccio.

marinatura

Usare l’acqua per sostituire il brodo o l’olio

Questo è un piccolo accorgimento che permette di ridurre l’apporto calorico dei tuoi piatti. La maggior parte delle ricette richiede infatti l’uso del soffritto a base di burro o di olio….ma le calorie ed i grassi? Certo, un ragù, un sugo od un risotto sicuramente risultano molto più gustosi e saporiti con il soffritto…ma la linea? Allora puoi optare usando l’acqua come alternativa a questo scopo. La usi al posto dei grassi e fai appassire in due o tre bicchieri di acqua la cipolla o l’aglio e le erbe aromatiche. Puoi anche usare il brodo vegetale, in sostituzione a quello di carne, nella preparazione, ad esempio, dei risotti. Puoi utilizzare anche l’acqua di cottura delle verdure o semplicemente acqua calda. Al termine della cottura delle pietanze, cucinate senza grassi, puoi aggiungere un filo di olio extravergine di oliva crudo che è molto più salutare di quello cotto.

Arrivederci alla prossima…..e buona cottura!!!!!

stufa

Commenti:

[...] il pesce cucinato ai ferri o alla piastra contiene meno grassi rispetto al pesce [...]

Come mantenersi in forma alimentandosi in modo sano: 6° parte » Etta consiglia.. - 10/nov/2010

Lascia un commento